Provincia autonoma di Trento

Il ruolo dell’OLP

Il ruolo dell’OLP nell’esperienza del servizio civile è sostanzialmente di tutorship ed ha una doppia caratteristica: da una parte sostiene l’articolarsi del percorso formativo che il servizio civile garantisce ai giovani; dall’altra favorisce l’inserimento del/la giovane dentro l’organizzazione e ne guida l’attività.

Il processo di formazione del giovane in servizio civile — che l’OLP deve saper governare — ha delle valenze legate sia all’apprendimento (le informazioni e le conoscenze di contenuti tecnici) sia alle competenze (quelle legate alla costruzione di un’identità professionale e quelle di cittadinanza responsabile). Dunque l’OLP deve saper leggere i bisogni, dialogare, comprendere, relazionarsi, indirizzare, valorizzare, motivare...

L’altro compito dell’OLP è quello di curare la gestione del progetto e fare in modo che esso sia ben armonizzato dentro l’organizzazione. Sua è la cura della quotidianità del/la giovane partecipante. Momenti fondamentali sono il monitoraggio e la formazione specifica.

Un’ampia ed articolata disanima di tutto ciò che riguarda l’OLP è contenuta nel documento “Linee guida sul ruolo del SCUP_OLP nei progetti di servizio civile” (link a fianco), che è stato redatto grazie ai contributi, alle riflessioni, alle esperienze degli/delle OLP che hanno partecipato ai moduli di formazione a loro destinati. Dopo una prima redazione nel 2018, le Linee guida sono state revisionate nel 2020.

 
 

Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie.

Informativa cookiescookies